185
28/07/2017, 21:50



Augusta|-Continuano-le-polemiche-dopo--il-taglio-degli-eucalipti-nel-parco-dell’Hangar


 Augusta, Continuano le polemiche



Anche la sezione megarese di Italia Nostra,  dopo la denuncia dell’Hangar Team, ha presentato un esposto in Procura sulla vicenda e si riserva di costituirsi parte civile in un eventuale processo a carico dei responsabili.


"La Repubblica (art. 9 della Costituzione) "Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione". Riconosce il 21 Novembre quale "Giornata nazionale degli alberi" al fine di perseguire attraverso la valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio arboreo, l’attuazione del protocollo di Kyoto, la prevenzione del dissesto idrogeologico.  In particolare, la legge 14 Gennaio 2013, n.10 "Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani"; Art. 7 Disposizioni per la tutela e la salvaguardia degli alberi monumentali, dei filari e delle alberate di particolare pregio paesaggistico, naturalistico, monumentale, storico e culturale. stabilisce che per "albero monumentale" si intende: a) albero ad alto fusto isolato o facente parte di formazioni boschive naturali o artificiali, che possono essere considerati come rari esempi di maestosità e longevità, per età o dimensioni, o di particolare pregio naturalistico, per rarità botanica, ovvero che recano un preciso riferimento ad eventi o memorie rilevanti dal punto di vista storico;b) i filari e le alberate di particolare pregio paesaggistico, monumentale ivi compresi quelli inseriti nei centri urbani; c) gli alberi ad alto fusto inseriti in particolari complessi architettonici di importanza storica e culturale, quali ad es. ville, monasteri, chiese, orti botanici e residenze storiche e private."L’apporto di un’operazione di valorizzazione del patrimonio storico-architettonico presente nel parco dell’Hangar - spiega la presidente della sezione megarese di Italia Nostra, Jessica Di Venuta - sarebbe capace di animare da solo un’offerta turistica capace di  esaltarne valenze posizionali, simboliche, strategiche e paesaggistiche. E’ necessario recuperare il parco, al fine di restituire alla città questa risorsa culturale come documento della storia e dell’identità dei luoghi, questo spazio suburbano, dimenticato da anni e quasi  sconosciuto dalla stessa comunità locale. Le alberature e le piante che vivono in esso, devono essere intese come un unicum monumentale da conservare e visitare, come oggetti architettonici da fruire, luogo vivibile e spazio di aggregazione per la popolazione locale.Contrariamente a quanto auspicato, invece di  tutelare, recuperare e valorizzare un sito di tale bellezza, la cui  promozione costituirebbe un  mezzo per il rilancio sociale, culturale ed economico della città, attraverso l’organizzazione di eventi e manifestazioni culturali per celebrarle orgogliosamente; si denota un allarmante stato di abbandono e di trascuratezza come avviene aimè per altre risorse culturali di cui il nostro territorio è ricco.  Quest’ultima offesa; questa compromissione del paesaggio e della nostra storia, è la conferma della trascuratezza e indifferenza della totalità di enti che dovevano e dovrebbero occuparsi del bene culturale".


1
Create a website